Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Cesena, Italia
post: 208
Recensioni: 29
Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Quante peripezie per questo viaggio…puntando il dito sul mappamondo insieme a due amiche finiamo per scegliere la nostra destinazione: Berlino!

Un mese dopo la nostra prenotazione, la compagnia aerea cancella il volo per motivi operativi…le mie amiche rinunciano al viaggio… ma io no!

Così entra in gioco una collega di lavoro…e da vere “low-costiere”, vediamo un po’ dove ci porta il portafoglio e le occasioni… finiamo così in quel di Bruxelles!

29 risposte su questo argomento
Ravenna, Italia
Esperto locale
di Diari di viaggio
post: 2.635
Recensioni: 39
1. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Ciao Isabel,

Benvenuta sul forum diari! :-)

Sono molto curiosa di sapere se questo diario confermerà o sfaterà la teoria enunciata proprio qui, e cioè che Bruxelles è una città a "vocazione femminile", nel senso che solitamente è molto apprezzata dalle donne e invece avversata (per non dire proprio schifata) dagli uomini.

Non è considerata una meta turistica di primo piano, ma proprio per questo i voli costano meno anche in periodi critici tipo le festività, e partendo con poche aspettative, si fanno scoperte molto piacevoli. Almeno, così è stato per me.... :-)

Cesena, Italia
post: 208
Recensioni: 29
2. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Si è vero Clopp, non è sicuramente una meta in primo piano... infatti alcuni amici e conoscenti mi hanno detto: "A Bruxelles??? a fare che?. Cosa c'è oltre al Parlamento Europero???!!!"

Ed è proprio questo il bello... scoprirla di sana pianta, senza avere giudizi o pre-concetti, dovuti alla tanta pubblicità che fanno per altre città! Anche perchè di storia e di vicende che si intrecciano ce ne sono eccome!!!! ;-)

Cesena, Italia
post: 208
Recensioni: 29
3. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

1° Giorno 17 Aprile

Ore15.40, decolla il nostro aereo Ryanair, dall’aeroporto di Bologna, con destinazione Bruxelles (Charleroi). Volo ricco di perturbazioni, ma come previsto atterriamo a Charleroi per le 17.30.

Da li ci accingiamo alle macchinette automatiche per fare i biglietti combinati Autobus A + Treno dalla stazione di Charleroi Sud, con destinazione Bruxelles, Gare du Nord.

Ps. Seguendo i consigli degli esperti di Tripadvisor o di chi è comunque competente, abbiamo preferito la combinazione autobus + treno al famosissimo shuttle; in quanto si risparmiava qualcosina e sulla posizione del nostro albergo dalla Gare du Nord erano 5 minuti a piedi, mentre lo shuttle ferma solo a Gare du Midi.

Morale della favola con 15 minuti di autobus e un’oretta di treno, tutto si incastra alla perfezione, arriviamo a Gare du Nord per le 20.05.

Uscite dalla stazione, iniziamo a guardarci intorno, scoprendo già attivo il famoso “quartiere a luci rosse”… chiediamo informazioni ai gestori di negozi ancora aperti per raggiungere l’hotel, ma alcuni non ci sapevano rispondere, mentre altri ci dicevano che avremmo dovuto fare circa 40 minuti a piedi… così prese dalla stanchezza e dal sole che stava cedendo il posto alla luna… abbiamo deciso di ritornare alla stazione nord e prendere un taxi… il signore del taxi, non appena gli mostriamo l’indirizzo si fa una risata e ci dice che per raggiungere l’hotel erano 8€… noi ovviamente accettiamo e in un minuto, Il tempo di percorrere due vie eravamo arrivate, praticamente ci abbiamo messo più tempo a caricare e scaricare i bagagli dal taxi xhe ad arrivare! ...Ecco il perché della sua risata e incredulità! Fatto sta che alle 20.45 eravamo giunte a destinazione: tripadvisor.it/Hotel_Review-g1891930-d228105…

Con la reception aperta 24 ore su 24, abbiamo effettuato immediatamente il pagamento e ci sono state date tutte le informazioni necessarie per ambientarci…e la preziosissima cartina!

Il tempo di depositare le valigie e ci precipitiamo subito a cenare…

Non sapendo bene per via della stanchezza cosa preferire, ci fermiamo in una specie di fast-food/pizzeria,http://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g188644-d6019064-Reviews-Pizza_Hut_Rogier-Brussels.html Appena entrate la cameriera che ci accoglie, perde l’equilibrio inciampando su un gradino e rovescia ai nostri piedi due birre… con ciò ci accomodiamo ad un tavolo e scegliamo di prendere una pizza margherita e una birra piccola a testa… il servizio è abbastanza rapido, ci sono arrivate due pizze formato “Baby” riposte su una teglia da forno nera veramente molto spesse! Ma la fame ha avuto il sopravvento, le assaggiamo e sembrano le nostre pizze precotte, da supermercato, ma molto, molto più alte! Non si paga il coperto e nemmeno l’iva, ce la caviamo con 10€ a testa.

Dopo di che ci dirigiamo velocemente in hotel, ci sistemiamo e comodamente in pigiama e iniziamo a fare il punto della situazione per il giorno successivo…

Modificato: 25 aprile 2014, 21:09
Bellaria-Igea
Esperto locale
di Belgio, Trasporto aereo, Thailandia, Rimini, Laos, Bruxelles
post: 9.664
Recensioni: 199
4. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

@Isabel

Sto aspettando il resto del racconto !!! Mi fa piacere che hai seguito il consiglio del bus + treno!

Cesena, Italia
post: 208
Recensioni: 29
5. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

2° Giorno 18 Aprile

Inizia l’avventura in quel di Bruxelles!

Usciamo dall’albergo, alle 8.30, in cerca di un bar o di una pasticceria per la colazione, la quale non era compresa in hotel, visti i prezzi di 15€ al dì..., finiamo in una prima pasticceria, carina e ben curata, croissant e cappuccino per un totale di 4,50€ a testa… il personale era per lo più giovane, ma la caratteristica che li accomuna era la mancanza di un sorriso! Ho chiesto una seconda bustina di zucchero e mi è stata data con uno sguardo fulminante, della serie “guai a te se mi chiedi qualcos’altro!”

Con la cartina e la macchina fotografica alla mano, ci dirigiamo ala scoperta della città!

Per orientarci meglio e per essere sicure di non tralasciare nulla abbiamo deciso di suddividere le attrazioni in quartieri; ci dirigiamo quindi alla Gran Place e dintorni!

Lungo i viali del centro storico, prima di raggiungere la maestosa Gran Place, ci lasciamo affascinare da un piccola chiesina posta all’angolo della strada, la Chiesa di San Nicola, decidiamo di entrare e di ammirarla meglio, fra un a foto e una lettura, accendiamo una candela, non appena ci giriamo un signore ci rivolge parola, chiedendoci se parliamo inglese o italiano, rispondiamo italiano e lui ci comunica che è originario della puglia, trasferitosi con la moglie da tantissimi anni per lavoro, ora è un poliziotto in borghese della chiesa e ci ha fermate per metterci in guardia sugli scippi e sulla malavita della città, ci ha consigliato un ristorante italiano in Avenue Louise, dello zio Rocco..si è raccomandato di non uscire la sera e di non dare confidenza alle persone locali… è stato gentile e accorto, ma allo stesso tempo ci ha fatto un quadro della realtà un po’ troppo suggestivo e ansioso! Dopo di che proseguiamo con le stesse accortezze di prima, ma con qualche riflessione in più!

Arrivate alla Gran Place, rimaniamo molto affascinate, fiumi di gente che la riempiono in tutta la sua grandezza, ai lati si trova il Municipio, La Maison de Roi e le Case delle Corporazioni.

Al centro della piazza era disposto il mercato dei fiori.

Proseguendo ci troviamo davanti al museo della Birra, dal quale ci aspettavamo una visita guidata reale, e non qualche macchinario ed un monitor che spiega tutti i passaggi e le lavorazioni del luppolo… terminata la mini visita viene offerto un bicchiere di birra, bionda o rossa… (la rossa è fatta con le fragole e le amarene… di birra non sa proprio!) il tutto a 5€.

Pausa pranzo con le gustosissime Baguette, acquistate in prima mattinata al panificio!

Ci incamminiamo nuovamente verso il teatro Reale della Mannaie, la magnifica Cattedrale ST-Michel e Gudule (dove si sono sposati i reali…); la Cappella della Maddalena, Mercatino delle Pulci, merenda con le famose patatine fritte belghe… più spesse delle nostre quasi a spicchi, non si sente molto il fritto, in quanto rimangono abbastanza leggere, poi però riempiono lo stomaco fino a sera!!! Arriviamo alle Gallerie Reali di Sanino- Hubert, boutique alla moda, gallerie di design, librerie più fornite, birrerie eleganti e Cioccolaterie raffinatissime con sapori e confezioni esclusive!

Per dirigerci verso uno dei simboli della città, ovvero il Manneken pis dobbiamo chiedere alcune informazioni, in quanto rimane all’angolo di una piccola via…una volta giunte, vediamo una folla di gente che sovrasta la piccola fontana con in cima la statua alta circa 60cm… facciamo qualche foto e scappiamo via!! Fino a raggiungere il Museo del fumetto…un po’ decentrato ma davvero divertente per gli appassionati e non! La sala di sotto con le riproduzioni dei puffi, di asterix e obelix e di tin tin e la biblioteca si possono visitare gratuitamente, i piani di sopra a pagamento, circa 7,50€.

Decidiamo di concludere la giornata con il Museo del Cioccolato, ma stava per chiudere, così non ci hanno fatto entrare… decidiamo di occupare il tempo acquistando un po’ di cioccolata e souvenir…

x rientrare in albergo e riposarci un po’, prima di cena.

Strada facendo ragioniamo sul fatto che i musei chiudono troppo presto… le 17:00!

E' ora di cena e le Brasserie o altri ristoranti che ci avevano consigliato in albergo erano chiusi.. così ci dirigiamo al

tripadvisor.it/Restaurant_Review-g188644-d24…

inizialmente ci sembrava un misto fra un fast/food e un ristorante...tavoli molto appiccicati fra loro, carne e patatine fritte quasi su ogni tavolo... poi però dando un'occhiata al menù abbiamo notato tante cose che ci sembravano gustose... e ci siamo fatte conquistare da zuppa calda e due insalatone con bacon, uova e crostini! un tocca sano visto il freddo della giornata...

Con la pancia piena, mente e occhi soddisfatti per tutto ciò che abbiamo "catturato" in giornata... ci dirigiamo in albergo per un meritato riposo... con in mente gli obietivi per il giorno seguente...

Modificato: 27 aprile 2014, 10:29
Ravenna, Italia
Esperto locale
di Diari di viaggio
post: 2.635
Recensioni: 39
6. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Ciao Isabel,

Mi lascia un po' perplessa (come te, mi sembra di capire) la visione della città fornita da quel signore che avete incontrato in chiesa: Bruxelles mi è sembrata molto più tranquilla di tante altre capitali, sia di giorno che di sera...

Ad esempio, a noi è capitato di trovarci là proprio la sera della partita Belgio-Croazia, che ha permesso la qualificazione della squadra nazionale ai mondiali di calcio: ti lascio immaginare la confusione per le strade, la gente ubriaca, ma mai abbiamo avuto l'impressione di un minimo pericolo. Ovviamente ci saranno delle zone più degradate di altre, ma non credo siano molto frequentate dai turisti.

Una curiosità: quando dici che il museo del fumetto è un po' decentrato, in realtà è a pochi minuti a piedi dalla cattedrale... Voi avete fatto un sacco di strada in più!!! ;-)

Comunque concordo sul fatto che gli orari dei musei e di tutte le attrazioni turistiche in generale siano troppo limitati: la maggior parte è aperta dalle 10 alle 17, il che non incontra le esigenze di chi si ferma solo poco tempo!

Cesena, Italia
post: 208
Recensioni: 29
7. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Si, infatti nonostante avessimo capito la totale buona fede di questo signore nel volerci "avvisare", non abbiamo potuto evitare di preoccuparci più del dovuto...poi è un attimo far si che la paura prenda il sopravvento! Fra l'altro approfondendo la conversazione, ci permettiamo di chiedere se avesse dei figli...ci risponde che non ne hanno voluti perché i bambini li non sono al sicuro per strada neanche se ce li hai per mano! Una visione che fa davvero tristezza...cosi in quel primo giorno siamo finite che Ci si guardava intorno alla ricerca di qualcosa che non c'era, ogni persona che si incontrava poteva avere un viso sospetto, ecc.... poi però appena ti ambienti e fai tuoi i ritmi della città, le ansie vanno scemando e il gusto della scoperta ritorna! ;-)

Sul museo del fumetto, si abbiamo fatto più strada del dovuto sicuramente,anche perché chiedendo in giro in pochi sapevano dove fosse.... poi però una volta arrivate,confrontandoci con altre persone, abbiamo fatto in parecchi questa considerazione! Sarà forse perché è stato per molti difficile da trovare....

Modificato: 29 aprile 2014, 17:02
Italia
Esperto locale
di Spagna, Valencia, Malaga, Tenerife, El Hierro, La Gomera, Viaggiare in treno, Siviglia
post: 18.721
Recensioni: 247
8. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Sono stata a Bruxelles l'ultima volta più di dieci anni fa e mi fa sempre piacere leggere le impressioni di altri viaggiatori su una delle città che ho meno amato nonostante mi sia capitato di andarci diverse volte (sempre con la speranza di ricredermi). Di certo non ho mai pensato che fosse una città pericolosa, ma ricordo ancora una mia amica di Palermo che mi aveva raccontato di non avere mai subito alcun furto nella sua città o nel resto della Sicilia ma di essere stata scippata proprio a Bruxelles: forse il signore pugliese non ha tutti i torti!

Ravenna, Italia
Esperto locale
di Diari di viaggio
post: 2.635
Recensioni: 39
9. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Beh, proprio recentemente un'utente portoghese ha denunciato, in un altro diario, la notevolissima pericolosità di Mantova, aggravata secondo lei da un atteggiamento lassista ed indifferente della polizia, alla quale si è rivolta.

E lo scorso week end io stessa sono stata messa in guardia sulla presenza di numerosi borseggiatori al mercato di Fano, con la raccomandazione di tenere ben stretta la borsa. Col risultato che in ogni persona che incrociavo vedevo un potenziale ladro...

A me però è andata bene. A Fano come a Bruxelles, a Mantova come a Monaco di Baviera, altra città che un utente ha descritto come molto pericolosa la sera, ma che io ritengo tranquilla al pari delle altre citate.

La stessa autrice ha ammesso chiaramente che le parole del signore hanno avuto solo l'effetto di causare un ingiustificato senso di paura, che trovo sia una delle emozioni che più possono rovinare una vacanza.

Perdonami, xyz, ma non credo che sia un atteggiamento propositivo, nei confronti di un utente che magari sta leggendo questo diario per acquisire informazioni utili in vista di un viaggio a Bruxelles, esprimere giudizi su una città che hai visitato molti anni fa e che ammetti di non avere mai apprezzato. L'hai già ribadito in altri diari, non serve reiterarlo ogni volta.

Grazie.

Cesena, Italia
post: 208
Recensioni: 29
10. Re: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.

Giusto Cloop... "un ingiustificato senso di paura", svanito nell'arco della prima giornata! ;-)

A breve continuerò coi miei racconti...purtroppo ora ho il computer fuori uso! Spero di risolvere a giorni!

Rispondi a: Pasqua 2014: 6 Giorni a Bruxelles.
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta