Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Alitalia: l'andata e...il ritorno.

Londra, Regno Unito
post: 34.737
Recensioni: 650
Alitalia: l'andata e...il ritorno.

4 Nov 2008 ore 5.45 Aeroporto di Palermo un solo check-in aperto per i voli Alitalia, coda chilometrica.

La maggior parte dei viaggiatori, me compresa, con coincidenze internazionali.

Il volo per Roma delle 6.45 parte senza di noi (ancora in fila). Anche quello delle 7.10 parte senza di noi. Riesco a passare per quello delle 9.30 ma a questo punto addio volo Delta per San Diego via Atlanta, quindi vado al banco Alitalia per farci (siamo in 4) riformulare il piano dei voli.

Grazie a Cesare, impiegato gentilissimo ed efficiente, veniamo istradati su un volo Altalia/Continental per Newark e da li a San Diego.

Il volo delle 9.10 parte con un ora e mezzo di ritardo di cui 30 min passati all'interno dell'aeromobile. Arrivo a Roma corsa al Terminal C in zona cesarini per l'imbarco. Arrivo a Newark, corsa al gate per il volo successivo e arriviamo trafelati, sulle note dell'altoparlante che storpiava i nostri nomi per l'ultima chiamata, l'aereo si muove che non siamo ancora seduti...

Arriviamo a San Diego 2 ore e 30 dopo l'orario previsto inizialmente. Festeggiamenti a monte, vabbè siamo arrivati e questo è tanto.

25 Nov 2008 Aeroporto di San Diego al check in (tempo di attesa in fila meno di 2 min) ci informano che il volo nazionale Roma Palermo è stato cancellato e quindi hanno difficoltà per spedire i bagagli alla loro destinazione finale.

L'impiegata Delta chiama Alitalia per chiedere lumi e la mettono in attesa e...così rimane per circa 40 min con una cornetta per orecchio, qualcuno dall'altro capo, che risponda. Finalmente le dicono che c'è un volo in partenza nel pomeriggio e allora completa il check-in.

L'aereo Delta per Atlanta, parte con 10 min di anticipo e arriva 15 min prima dell'orario previsto. ad Atlanta coincidenza comoda, girovaghiamo in aeroporto tra i veri concourses, perchè hanno spostato il gate d'imbarco, quasi fossimo figli di un Dio minore, e partiamo in orario per Roma dove arriviamo il giorno dopo alle 8.10 del mattino 20 min di anticipo.

Mi fiondo al banco Alitalia per riuscire ad imbarcaci sul primo volo in partenza. Dopo affannose ricerche, i voli sono strapieni, con grande desolazione della signorina e profonda mia costernazione, prendiamo atto che partiremo alle 17.30.

Bivacco di 9 ore e rotti, davanti al gate d'imbarco.

Alle 16.45 qualcosa si muove al banco, vado a vedere e sul display appare un altro volo. Chiedo informazioni e la signorina mi dice che hanno cambiato il gate d'imbarco, ma lei non sa dove è stato spostato.

Avessero fatto un asfittico annuncio! No, niente di niente.

Mi precipito al banco Alitalia, faccio più di 5 min di fila perchè è preso d'assalto, e finalmente ci dirigiamo al gate giusto, che ironia, era proprio quello di fronte a dove attendevamo.

L'aeromobile è in posizione, vediamo salire l'equipaggio, il display dice on time, ci mettiamo in fila fiduciosi. Annuncio della signorina: 20 min di ritardo, borbottii di disappunto.

Alle 17.40 comincia l'imbarco (il ritardo si è già dilatato) troviamo posto, ci sistemiamo e...aspettiamo 4 passeggeri che non si trovano, per 15 min, finchè decidono di sbarcare il bagaglio di costoro per le norme di sicurezza bla bla bla...altri venti minuti.

Finalmente si muove: il comandante informa che siamo il numero 9 in attesa di decollo altri 15 min.

Arrivo a Palermo alle 20.15

Alfama

P.S. voglio ancora una volta sottolineare la gentilezza e la disponibilità del personale Alitalia, ma questo non può davvero bastare.

7 risposte su questo argomento
Treviso, Italia
post: 1.067
Recensioni: 31
1. Re: Alitalia: l'andata e...il ritorno.

Incredibile davvero!

Secondo voi ora con Cai le cose miglioreranno?

milano
post: 63
2. Re: Alitalia: l'andata e...il ritorno.

Assolutamente no! personale ridotto, demotivato, in guerra tra ex alitalia, ex volare, ex air one... meno voli, meno assistenza, e molti più passaggi di "patate bollenti".... ogni cosa che chiederete non sarà di competenza della persona a cui la chiederete... auguri.

Zanzibar, Tanzania
post: 183
3. Re: Alitalia: l'andata e...il ritorno.

X Assistente diavolo della PAM-AM

Noi siamo ITALIANI, dobbiamo purtroppo toccare il fondo ma una volta che lo abbiamo toccato, reagiamo, lottiamo e ci risolleviamo. Sarà fatto anche questa volta, puoi scommetterci!

loria

milano
post: 63
4. Re: Alitalia: l'andata e...il ritorno.

Certo! ci risolleveremo!!! me lo auguro proprio.

Soprattutto perchè non lavoro per PAN AM (fallita nel 1991, se vi può interessare...), ma sono uno dei 10.000 disoccupati che hanno perso il lavoro (e anche in po' di dignità) con la faccenda Alitalia. E per cortesia non mi parlate di cassa integrazione e roba simile... io non prendo una lira. E qui non voglio far polemiche per carità!

San Francisco
Esperto locale
di New York
post: 723
Recensioni: 264
5. Re: Alitalia: l'andata e...il ritorno.

A proposito di Pan Am, c'è un passaggio del tuo intervento, Alfama, che mi lascia un po' perplesso. E' un po' off topic, ma ci tengo a evidenziarlo.

Sbarcare il bagaglio dei passeggeri che non si imbarcano sull'aereo non è una norma di "sicurezza bla bla bla", è un principio cardinale della sicurezza del volo, e vale bene venti minuti di tempo dei passeggeri. Negli anni Ottanta due aerei (Air India 182 e Pan Am 103) sono esplosi in volo durante una tratta transatlantica per un ordigno nascosto nel bagaglio di un passeggero che lo aveva imbarcato senza poi presentarsi sull'aereo. Sono morte 529 persone in quei due incidenti.

Per questo, a imbarco completato, si verifica che tutti i passeggeri siano saliti a bordo confrontando la lista dei passeggeri che hanno ritirato la carta d'imbarco con la lista dei passeggeri che hanno effettuato l'imbarco (l'ultimo riscontro è la conta fisica dei passeggeri fatta a bordo dell'aereo dagli assistenti di volo: il comandante non muove l'aereo finché non riceve conferma che il numero di passeggeri a bordo corrisponde al numero di passeggeri previsto). Quando un passeggero non sale sull'aereo, si perde tutto il tempo necessario per identificarlo e rimuoverne il bagaglio dalla stiva dell'aereo.

Londra, Regno Unito
post: 34.737
Recensioni: 650
6. Re: Alitalia: l'andata e...il ritorno.

Lungi da me prendere sottogambe le misure di sicurezza Kenadams, tutt'altro!

Ti prego di considerare lo stato d'animo non troppo incline alla clemenza dopo tutti i disagi patiti e dopo tutti gli annunci che comunicavano ulteriori ritardi dei quali solo gli ultimi 2 erano stati motivati.

Alfama

milano
post: 63
7. Re: Alitalia: l'andata e...il ritorno.

CONTARE LE TESTE... ah! il passatempo più divertente per noi. Quando conti e riconti tutto un B777 o un A330 (siamo sui 250/300 pax circa) e il conto non torna mai... poi quando forse ci sei, ecco il simpaticone delle ultime file che ti urla in faccia "ma che caxxo ci conti ancora per la quarta volta!"... così quella quarta volta diventerà la quinta.

        

Rispondi a: Alitalia: l'andata e...il ritorno.
Verrai avvisato per e-mail quando riceverai una risposta