Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Attrazioni (409)
Attività (179)
Shopping (125)

Attrazioni: Milano

Tutti
Culturale
Luoghi d'interesse
Musei
Spettacoli
Attività all'aperto
Divertimenti
Sport
Zoo e acquari
Nome
Posizione n. 1 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Siti religiosi; Siti storici; Edifici architettonici
Mappa | Foto dei visitatori (370)
Posizione n. 2 di 409 attrazioni a Milano
Vincitore dei premi Travellers'Choice™ 2014 Attrazioni
Categoria: Siti religiosi; Edifici architettonici
Mappa | Foto dei visitatori (4026)
Posizione n. 3 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Gallerie d'arte; Tour
Mappa | Foto dei visitatori (258)
Posizione n. 4 di 409 attrazioni a Milano
Mappa | Foto dei visitatori (7)
Posizione n. 5 di 409 attrazioni a Milano
Mappa | Foto dei visitatori (167)
Posizione n. 6 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Siti religiosi; Siti storici; Edifici architettonici
Mappa | Foto dei visitatori (265)
Posizione n. 7 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Chiese / cattedrali
Mappa | Foto dei visitatori (54)
Posizione n. 8 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Siti storici; Musei
Descrizione del proprietario: La Villa è stata realizzata da Piero Portaluppi tra il 1932 e il 1935 per il nucleo familiare composto da Angelo Campiglio,... Altro » Descrizione del proprietario: La Villa è stata realizzata da Piero Portaluppi tra il 1932 e il 1935 per il nucleo familiare composto da Angelo Campiglio, sua moglie Gigina Necchi e sua cognata Nedda. Il mondo dei Necchi Campiglio è quello dell’alta borghesia industriale lombarda, classe agiata, ma anche tenace lavoratrice e al passo coi tempi. A Portaluppi subentrerà Tomaso Buzzi, che, nel secondo dopoguerra, conferirà alle sale un aspetto più classico e tradizionale. La Villa ospita inoltre la Collezione Alighiero ed Emilietta de’ Micheli e, al piano terra, la Collezione Claudia Gian Ferrari di opere italiane del XX secolo. « meno
Mappa | Foto dei visitatori (83)
Posizione n. 9 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Chiese / cattedrali
Mappa | Foto dei visitatori (299)
Posizione n. 10 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Cimiteri; Siti storici
Mappa | Foto dei visitatori (478)
Posizione n. 11 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Musei
Mappa | Foto dei visitatori (53)
Posizione n. 12 di 409 attrazioni a Milano
Descrizione del proprietario: Il nostro intento con il progetto “Milano da vedere” è quello di far scoprire e riscoprire le bellezze artistico - storiche... Altro » Descrizione del proprietario: Il nostro intento con il progetto “Milano da vedere” è quello di far scoprire e riscoprire le bellezze artistico - storiche che la nostra città nasconde spesso anche a se stessa. Per le vie della città, in particolare nella cerchia dei navigli ma non solo, i resti visibili di un passato tanto glorioso quanto travagliato vogliono e devono raccontare le loro storie. Tanto il turista quanto il milanese possono e dovrebbero (ri)scoprire questi racconti. Un itinerario sia virtuale, sfruttando le potenzialità che internet ci mette a disposizione che reale, con dei tour organizzati, per le vie, i palazzi e le chiese meneghine. Un insieme di percorsi che vanno ben al di là dei ricordi da cartolina: il Duomo, il castello, il cenacolo vinciano e Brera, pur nella loro incredibile bellezza, rappresentano la minima parte di quanto vogliamo raccontare, diventando simbolo di una bellezza più grande, per lo più nascosta. Non solo quindi la Milano della moda e della finanza, caratteristiche degli ultimi trent’ anni, ma la Milano cristiana, romana, viscontea e sforzesca : i racconti degli ultimi duemila anni, la storia che sta dietro la Milano di oggi. Una sfida la nostra, che vogliamo vincere affinchè il nostro lavoro sia disponibile anche per tutto coloro che proprio a Milano verranno per l’Expo nel 2015. « meno
Mappa | Foto dei visitatori (42)
Posizione n. 13 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Gallerie d'arte
Mappa | Foto dei visitatori (109)
Posizione n. 14 di 409 attrazioni a Milano
Mappa | Foto dei visitatori (47)
Posizione n. 15 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Gallerie d'arte
Mappa | Foto dei visitatori (20)
Posizione n. 16 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Edifici architettonici; Luoghi famosi / centri d'interesse
Mappa | Foto dei visitatori (1352)
Posizione n. 17 di 409 attrazioni a Milano
Mappa | Foto dei visitatori (10)
Posizione n. 18 di 409 attrazioni a Milano
Mappa | Foto dei visitatori (11)
Posizione n. 19 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Gallerie d'arte
Mappa | Foto dei visitatori (23)
Posizione n. 20 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Gallerie d'arte
Mappa | Foto dei visitatori (180)
Posizione n. 21 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Castelli; Siti storici
Mappa | Foto dei visitatori (1237)
Posizione n. 22 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Luoghi famosi / centri d'interesse
Mappa | Foto dei visitatori (620)
Posizione n. 23 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Opera; Teatri; Musei di settore
Mappa | Foto dei visitatori (369)
Posizione n. 24 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Siti storici; Siti religiosi; Edifici architettonici
Mappa | Foto dei visitatori (110)
Posizione n. 25 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Siti religiosi; Siti storici
Mappa | Foto dei visitatori (71)
Posizione n. 26 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Luoghi famosi / centri d'interesse
Mappa | Foto dei visitatori (154)
Posizione n. 27 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Musei
Mappa | Foto dei visitatori (198)
Posizione n. 28 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Edifici architettonici; Siti storici; Siti religiosi
Descrizione del proprietario: La Certosa venne fondata con atto notarile il 19/09/1349, da Giovanni Visconti, Arcivescovo e Duca di Milano, che ne fece... Altro » Descrizione del proprietario: La Certosa venne fondata con atto notarile il 19/09/1349, da Giovanni Visconti, Arcivescovo e Duca di Milano, che ne fece dono all'Ordine Certosino, con altri suoi beni personali. Di questa primitiva Certosa resta la testimonianza del Petrarca. Nel 1388 Luchino Novello Visconti, nipote di Giovanni, considerato il secondo fondatore, dona, alla sua morte, tutti i suoi beni ai certosini. Nel sec. XV, l'aspetto della Certosa venne completamente trasformato. Nel 1782 i monaci dovettero abbandonare la Certosa in seguito alla soppressione del monastero decretata da Giuseppe II, Imperatore d'Austria, il quale aboliva tutti gli ordini contemplativi. I beni e i terreni del monastero furono messi in vendita con aste pubbliche, il chiostro grande venne destinato a deposito militare e distrutto nel 1895. La chiesa venne adeguata al culto pubblico e nella notte di Natale del 1784 divenne a tutti gli effetti Parrocchia del paese di Garegnano, borgo tipicamente rurale che, dopo l'Unità d'Italia, si aggregò al Comune di Musocco e nel 1923 venne unito alla città di Milano. « meno
Mappa | Foto dei visitatori (10)
Posizione n. 29 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Siti religiosi
Mappa | Foto dei visitatori (59)
Posizione n. 30 di 409 attrazioni a Milano
Categoria: Quartieri
Descrizione del proprietario: L'area è idealmente delimitata da via Pontaccio, via Fatebenefratelli, via dei Giardini, via Monte di Pietà, via Ponte Vetero... Altro » Descrizione del proprietario: L'area è idealmente delimitata da via Pontaccio, via Fatebenefratelli, via dei Giardini, via Monte di Pietà, via Ponte Vetero e via Mercato. Tutto ciò che rientra all'interno di quest'area (escluse le strade appena citate) fa parte del quartiere di Brera. Le vie più importanti sono ovviamente via Brera (con la sua Pinacoteca di Brera, l'Accademia di Belle Arti e la Biblioteca Nazionale Braidense, oltre alla Galleria d'arte moderna Il Castello), via Fiori Chiari, via Fiori Oscuri, via San Carpoforo, via Madonnina, via del Carmine, via Ciovasso e via Ciovassino. « meno
Mappa | Foto dei visitatori (39)