Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Campi della Morte (Choeung Ek)

15km southwest of the city, Phnom Penh, Cambogia
Sito web
Aggiorna dettagli sulle attrazioni
Al n.1 in classifica su 45 attrazioni a Phnom Penh
Tipo: Siti storici
905 foto dei visitatori
Scrivi una recensione

3.194 recensioni dei viaggiatori

Valutazione dei visitatori
    2.167
    820
    153
    31
    23
Data | Punteggio
  • Cinese (Tradizionale) per primo
  • Cinese per primo
  • Coreano per primo
  • Prima in danese
  • Francese per primo
  • Giapponese per primo
  • Greco per primo
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Olandese per primo
  • Norvegese per primo
  • Polacco per primo
  • Portoghese per primo
  • Russo per primo
  • Spagnolo per primo
  • Svedese per primo
  • Tedesco per primo
  • Qualsiasi
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo
Vicenza, Veneto, Italy
Recensore super
96 recensioni 96 recensioni
26 recensioni di attrazioni
35 voti utili 35 voti utili
3 su 5 stelle Recensito il 17 febbraio 2014

se a Tuol Sleng i prigionieri venivano fotografati torturati a Choeung Ek era l'ultimo atto della tragedia, i prigionieri venivano portati in questo frutteto uccisi con un colpo di sbarra o un arma contundente o da taglio mai un arma da fuoco, troppo costoso. I bambini piccoli venivano presi per i piedi e sbattuti contro un albero chiamato l'albero dei... Più

Questa recensione è stata utile?
Cervia, Italia
Recensore esperto
21 recensioni 21 recensioni
5 recensioni di attrazioni
22 voti utili 22 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 2 febbraio 2014

Questa visita è davvero dolorosa e straziante, ma fondamentale per comprendere l'orrore del genocidio del popolo cambogiano. All'ingresso viene fornita audioguida (anche in italiano) che dettaglia tutte le fasi storiche, descrive come si presentava il campo di sterminio (oggi non resta più nulla delle costruzioni del tempo), e racconta testimonianze di ex carcerieri e sopravvissuti alla follia di Pol Pot... Più

Questa recensione è stata utile? 1
lombardia
Recensore esperto
26 recensioni 26 recensioni
14 recensioni di attrazioni
7 voti utili 7 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 19 gennaio 2014

E difficile scrivere su i "Killing Fields" appena fuori di Phnom Penh. Io avevo deciso che era un posta che andava visto ma ho lasciato la scelta se venire o no ai miei tre compagne di viaggio. Siano andate tutti e quattro con un tuk-tuk su una strada talmente pieno di polvere e buche che il nostro autista si e... Più

Questa recensione è stata utile? 1
Rome, Lazio, Italy
Recensore
16 recensioni 16 recensioni
15 voti utili 15 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 14 gennaio 2014

Credo sia la cosa che merita di più di essere vista a Phnom Penh. Il posto è un pò fuori ma in tuk tuk si raggiunge facilmente, a me è piaciuto pure il viaggio su quelle strade sgangherate e lo smog che non ti fa respirare. La visita è organizzata molto bene attraverso delle audio guide disponibili in tutte le... Più

Questa recensione è stata utile?
Milano, Italia
Recensore super
109 recensioni 109 recensioni
25 recensioni di attrazioni
55 voti utili 55 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 14 gennaio 2014

Il luogo sarebbe suggestivo (un ex frutteto), ma quando l'audioguida comincia a descrivere gli orrori avvenuti in questo luogo, dal 1975 per circa 3 anni, le lacrime non si trattengono. Le pallottole costavano, quindi le povere vittime venivano ammazzate a mani nude con strumenti improvvisati. I bambini venivano uccisi fracassandone il cranio contro un tronco, tenuti per le caviglie. Le... Più

Questa recensione è stata utile?
Parabiago, Italia
Recensore
18 recensioni 18 recensioni
11 recensioni di attrazioni
11 voti utili 11 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 10 gennaio 2014

un luogo dove riflettere sugli orrori commessi dagli uomini. Estremamente ben organizzato. I commenti sono disponibili in quasi tutte le lingue (noi li abbiamo ascoltati in un italiano perfetto con accento toscano) e sono estremamente toccanti. Si esce con la pelle d'oca ma è un'esperienza da fare

Questa recensione è stata utile?
Osimo
Recensore super
50 recensioni 50 recensioni
6 recensioni di attrazioni
52 voti utili 52 voti utili
4 su 5 stelle Recensito il 8 gennaio 2014

Davvero crudo, un "giardino" disseminato di stazione della morte. Ascoltare il racconto di quei giorni, così vicini a noi e così poco conosciuti, è davvero da brividi. Un'esperienza davvero toccante che consiglio a tutti coloro che visitano la città di fare assolutamente.

Questa recensione è stata utile? 1
Udine, Italia
Recensore super
98 recensioni 98 recensioni
27 recensioni di attrazioni
164 voti utili 164 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 8 gennaio 2014

Ė uno dei luoghi della morte voluti da Pol pot.. Di per sè non dice gran che,non esiste alcuna struttura del l'epoca esistente,ma le fosse comuni, i resti umani che spuntano qua è là, e l ottima traduzione dell indispensabile audio guida rendono così fortemente emotiva e toccante questa visita. Chi di voi andrà a vedere, si troverà davanti un... Più

Questa recensione è stata utile? 1
Bologna
Recensore esperto
23 recensioni 23 recensioni
3 recensioni di attrazioni
6 voti utili 6 voti utili
4 su 5 stelle Recensito il 7 gennaio 2014

Visitare i campi della morte di Pol Pot significa entrare a contatto con una realtà agghiacciante, separata dal noi solo da qualche decennio, superando la convizione che nulla di così terribile aveva fatto seguito all'Olocausto nazista. Già si tratta anche qua di sterminio di massa, compiuto dai khmer rossi. Luogo della memoria, in cui è facile commuoversi, innanzi ad un... Più

Questa recensione è stata utile?
Torino, Italia
Recensore super
81 recensioni 81 recensioni
44 recensioni di attrazioni
19 voti utili 19 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 26 dicembre 2013

L'ingresso costa 6 dollari americani, viene fornita una audioguida in italiano. Praticamente non vi è nulla da vedere tranne alcune buche che erano delle fosse comune e dei luoghi indicati con cartelli dove sorgevano le strutture di detenzione. Quello che rende interessante e commovente il luogo, sono i racconti fatti dall'audioguida che spiega tutta la storia del campo e delle... Più

Questa recensione è stata utile?

Gli utenti che hanno visto Campi della Morte (Choeung Ek) hanno visto anche

 

Conosci Campi della Morte (Choeung Ek)? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Se siete i proprietari o gestori di Campi della Morte (Choeung Ek), registratevi gratuitamente per usufruire di strumenti che permettono di migliorare il profilo, ottenere nuove recensioni e rispondere agli utenti.

Gestite la vostra pagina TripAdvisor