Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.
Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Aître St-Maclou

N. 14 di 61 Cose da fare a Rouen
Certificato di Eccellenza
Migliorate questo profilo
Mappa
Satellite
Gli aggiornamenti della mappa sono stati sospesi. Ingrandisci per vedere informazioni aggiornate.
Reimposta lo zoom
Aggiornamento della mappa in corso...
I filtri sono ancora attivi.
Non sono presenti segni nella tua area di visualizzazione. Prova a spostare la mappa o a cambiare i filtri.
Come arrivarci
Indirizzo: 184 rue Martainville, Rouen, Francia
Numero di telefono: 02-35-71-71-72
Sito web
Migliorate questo profilo

Aspetti migliori evidenziati dai contributori di TripAdvisor

Leggi tutte le recensioni su 214
Valutazione dei visitatori
  • 90
    Eccellente
  • 101
    Molto buono
  • 18
    Nella media
  • 5
    Scarso
  • 0
    Pessimo
un posto...

... a dir poco incredibile... sembra fuori dal tempo... è un ossario (mi pare di un vecchio lazzaretto)... ma c'è pure una scuola d'arte contemporanea... se si è fortunati e la si Leggi il seguito

4 su 5 stelleRecensito il 24 agosto 2015
Lorenzo M
,
Torrebelvicino, Italia
Aggiungi una foto Scrivi una recensione

Recensioni su 214 della nostra community di TripAdvisor

Valuta e scrivi una recensione
Passaci sopra e poi fai clic per votare
  Fai clic per votare
Data | Punteggio
  • Francese per primo
  • Giapponese per primo
  • Inglese per primo
  • Italiano per primo
  • Olandese per primo
  • Portoghese per primo
  • Russo per primo
  • Spagnolo per primo
  • Tedesco per primo
  • Qualsiasi
  • Tutte le più recenti in italiano
Italiano per primo
Torrebelvicino, Italia
Contributore livello
121 recensioni
82 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 12 voti utili
4 su 5 stelle Recensito il 24 agosto 2015 NOVITÀ

... a dir poco incredibile... sembra fuori dal tempo... è un ossario (mi pare di un vecchio lazzaretto)... ma c'è pure una scuola d'arte contemporanea... se si è fortunati e la si trova aperta, espone cose interessanti

Questa recensione è stata utile?
fosdinovo
Contributore livello
147 recensioni
114 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 24 voti utili
4 su 5 stelle Recensito il 13 agosto 2015

Particolare,ma non dobbiamo dimenticare che e' un ossario dove sono contenuti i resti della povera gente morta,in questo caso , dalla peste.E' interessante notare il rapporto che avevano con la morte,scolpire sulle pareti tutti quei teschi e quelle ossa per noi rimane un po' macabro.Il luogo si visita velocemente pero' per me ne vale la pena.

Questa recensione è stata utile?
Lecco, Italia
Contributore livello
250 recensioni
147 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 57 voti utili
3 su 5 stelle Recensito il 23 luglio 2015

Ossario medievale.....tetro! Con all'ingresso una teca contenentr uno scheletro di gatto con una leggenda legata alla cittá. Non mi colpito per nulla.

Questa recensione è stata utile?
Selargius, Italia
Contributore livello
143 recensioni
76 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 68 voti utili
4 su 5 stelle Recensito il 12 luglio 2015

La parola “aitre” (dal latino atrium, o cortile centrale di una casa), indica un cimitero del Medioevo. Questa eccezionale struttura è una delle ultime necropoli medievali d’Europa. La sua origine risale alla Grande Peste Nera del 1348, che uccise tre quarti degli abitanti del quartiere. Gli edifici (a graticcio, bianchi e neri, dall’aspetto un po’ lugubre) sono stati costruiti essenzialmente... Più 

Questa recensione è stata utile?
Monza
Contributore livello
148 recensioni
99 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 40 voti utili
2 su 5 stelle Recensito il 29 maggio 2015

Mi aspettavo molto di più e forse ili posto andrebbe valorizzato meglio. Difficile da trovare consiste solo in un cortile, c'è molto poco sulla storia del luogo, mi aspettavo di poter visitare qualcosa invece c'è appunto solo un cortile. Anche se l'architettura è interessante e sono singolari le incisioni di legno a forma di teschio, dopo 5 minuti si può... Più 

Questa recensione è stata utile?
Padova, Italia
Contributore livello
1.230 recensioni
637 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 546 voti utili
4 su 5 stelle Recensito il 25 marzo 2015

Subito dietro la chiesa dal nome omonimo, entrando da normale portone che quasi non si nota, si arriva a quest’atrio costruito fra il 14º e 16º secolo destinato a curare i malati di peste ed essere anche cimitero. Oggi si caratterizza da un cortile molto ampio, circondato su quattro lati da particolari gallerie, costruzioni essenzialmente fatte con struttura a graticcio.... Più 

Questa recensione è stata utile? 1
Roma, Italia
Contributore livello
31 recensioni
7 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 17 voti utili
4 su 5 stelle Recensito il 21 marzo 2015

Guardate bene sulla guida perché dalla via altrimenti sfugge Cortile grande, prima cimitero dall'aria lugubre oggi sede di scuola case in legno belle e tante piccolo decorazioni tetre Vicino all'ingresso piccola chicca lugubre!

Questa recensione è stata utile?
Pavia, Italia
Contributore livello
27 recensioni
26 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 12 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 22 dicembre 2014

Secondo le guide, si tratta dell'unico sepolcreto collettivo sopravvissuto, nella sua interezza. Data dalla peste del secolo XIV. Una piazzetta copre le fosse comuni e gli edifici che la circondano, ben conservati e restaurati con rispetto, recano motivi legati al "memento mori" Non un luogo d'arte, ma una grande testimonianza storica e di costume.

Questa recensione è stata utile? 1
Bergamo, Italia
Contributore livello
430 recensioni
220 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 313 voti utili
5 su 5 stelle Recensito il 13 dicembre 2014

L'Aitre Saint-Maclou (orario estivo di apertura 9-19; ingresso gratuito) lo si trova proseguendo sulla sinistra dell'omonica chiesa per circa 50 metri. Passando sotto un porticato, tra antiche e bellissime casette, si raggiunge l'interno di questo strano e lugubre chiostro. Si tratta, in effetti, di un ossario medievale dove venivano sepolte le vittime della peste. Le case che si affaccia su... Più 

Questa recensione è stata utile? 1
Cavenago d'Adda, Italia
Contributore livello
37 recensioni
15 recensioni per questa attrazione
common_n_attraction_reviews_1bd8 16 voti utili
3 su 5 stelle Recensito il 14 settembre 2014

E' stato il "lazzaretto" della Città, accogliendo gli appestati. E' un cortile silenzioso.. forse meglio gustarlo in autunno. Curioso il gatto mummificato col topo nella teca...

Questa recensione è stata utile?

Gli utenti che hanno visto Aître St-Maclou hanno visto anche

 
Rouen, Seine-Maritime
 

Conosci Aître St-Maclou? Condividi la tua esperienza!

È il vostro profilo TripAdvisor?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo

Domande e risposte

Domande? Ricevi risposte dal personale della struttura Aître St-Maclou e dai visitatori precedenti.
Regolamento per la pubblicazione
Domande frequenti:
  • Devo acquistare un biglietto per il mio bimbo?
  • In che modo si può raggiungere l'attrazione con i trasporti pubblici?
  • C'è un ristorante o un caffè sul posto?